Il Maestro

Dopo qualche anno dal mio primo commento sul sito, mi è stato chiesto un aggiornamento.

Stiamo uscendo da una situazione molto particolare che ha cambiato radicalmente il nostro modo di vivere e le nostre abitudini.

Nessuno sa dirci cosa ci si deve aspettare dal futuro, però la vita continua. prendo lo spunto da un film di James Bond, il “Domani non muore mai”.

Anche se il domani non ci può dare alcuna certezza, la voglia di suonare rimane intatta; abbiamo dei punti fissi, sicuri e che nessuno ci può privare.

La musica è uno di questi punti fissi; la musica ci da brio, piacere, ci fa provare delle emozioni (a dipendenza dei brani che si suonano). Da sempre uno dei miei obiettivi è quello di far provare piacere ai musicanti che si impegnano al massimo delle loro capacità per la Filarmonica.

Se il sottoscritto ed i musicanti si divertono a suonare i brani, di sicuro anche il pubblico che ci ascolta sentirà ed ascolterà positivamente i nostri concerti.

La perfezione musicale è veramente molto difficile da ottenere; lo scopo della nostra Filarmonica non è assolutamente quello di essere i più bravi, quelli perfetti armonicamente. L’obiettivo più importante è quello di trasmettere la gioia, la positività nel sentire le nostre esecuzioni, questo per poi riuscire ad avere i favori anche e soprattutto dei giovani.

Per sopravvivere una piccola Filarmonica come quella che dirigo deve contare sulle famiglie, sui giovani per garantirsi il futuro. Dobbiamo riuscire a stimolare i giovani ad iniziare l’attività musicale e bandistica andandoli a cercare e non aspettare che loro arrivino a noi.

La musica è gioia, è divertimento, le emozioni nell’ascoltare i brani devono essere forti, intense: così possiamo affermare di riuscire a centrare gli obiettivi che ci poniamo ogni volta che ci esibiamo in pubblico.

Dalla prossima primavera inizieremo anche un progetto per essere il più possibile sul “territorio”, esibendoci in diversi concerti nei quartieri a nord di Bellinzona. L’obiettivo è quello di far riscoprire alla gente la musica bandistica e quello di reclutare nuovi allievi che avranno il piacere di entrare a far parte di una Filarmonica, simpatica, allegra e che abbia voglia di mettere al primo posto “il gruppo”.

Non vi resta che seguirci sul sito o sui social (Facebook, Instagram), così saprete sempre dove e quando ci esibiremo per voi.

Michele Minotti, 25.10.2021

Scroll to Top

Cari amici della Filarmonica di Gorduno,

In occasione del 100esimo di fondazione della nostra banda abbiamo pensato di farvi tornare indietro nel tempo e parlarvi anche un po' del futuro.

A tal proposito abbiamo pubblicato un libro "Società Filarmonica di Gorduno - un secolo di vita" di Pasquale Genasci.

Non perdete l'occasione per averne una copia, comandatelo subito premendo sul pulsante qui sotto